skip to Main Content

5 Canzoni Romantiche al Pianoforte

5 Canzoni Romantiche Al Pianoforte

So cosa potresti pensare…

“Ma io sono alle prime armi, non posso suonare brani difficili!”

Leggi con attenzione questo articolo perché alla fine riuscirai a suonare un brano romantico. Garantito!

Probabilmente sei alle prime armi al piano e vuoi suonare un brano romantico per qualcuno, per la tua dolce metà magari. Eheh, ti ho beccato?

Oppure vuoi farlo semplicemente per te stesso.

Tuttavia, per quanto questa idea sia fantastica e decisamente unica (non sono in molti che possono vantarsi di avere dedicato un brano romantico al pianoforte ad una persona), non tutti sono disposti a far quel piccolo sacrificio necessario per ottenere questa fantastica esperienza.

Per riuscire a suonare questi brani senza problemi e con vera maestria devi seguire un determinato percorso. È in questo modo che i fan dei nostri libri firmati “Easy Piano” sono riusciti ad ottenere questi risultati.

In poche parole, con Easy Piano abbiamo pubblicato una serie di libri per aiutare chi parte da zero a suonare e muovere i suoi primi passi.

Ma di quali brani parliamo oggi e cosa devi conoscere per suonarli?

In questo articolo ti dico sia il brano sia le competenze necessarie affinché tu possa suonarli.

1. River Flows In You – Yiruma

Non diamo per scontato nulla qui. Sono sicuro che hai sentito fin troppe volte questo brano che ormai è definito il brano romantico per eccellenza, voglio darti comunque qualche informazione a riguardo.

River Flows In You è stato composto da Yiruma. Questo brano non tramonta mai. Da quando ha spopolato non fa altro che essere suonato senza sosta. E, a dirla tutta, è giusto così. È un brano semplice e valido.

Per suonare la versione originale di questo brano, devi aver studiato per almeno 12/24 mesi il piano.

Dopotutto la mano destra ha una melodia abbastanza ricca. A volta ci sono anche degli abbellimenti. La mano sinistra fondamentalmente ripete sempre gli stessi 4 arpeggi che non sono immediati ma, come dicevo, sono sempre gli stessi.

L’altro aspetto fondamentale da tenere presente di questo brano riguarda le alterazioni in chiave. Ci sono ben 3 diesis (FA#, DO#, SOL#).

Online trovi ovunque lo spartito di questo fantastico brano e ne sono state fatte anche numerose versioni facilitate.

Dunque se sei alle prime armi e non riesci a suonare ancora lo spartito originale, puoi comunque suonare la versione facilitata. Così da iniziare ad assaggiare questo splendido brano.

Ora ti lascio lo spartito sia alla versione originale sia alla versione Facile.

2. Gymnopédie N.1 – Erik Satie

Ahhh, uno dei miei brani preferiti in assoluto. A dire la verità, è un misto tra romantico e malinconico. Tuttavia credo che in un contesto romantico questo brano sia in grado di creare emozioni incredibili e riportare alla mente ricordi passati.

Ed ho pensato a questo brano anche per un altro motivo.

Spesso i pianisti alle prime armi si ritrovano sempre a voler suonare spartiti difficili. O si devono “accontentare” delle versioni facilitate.

Invece questo brano è relativamente semplice. O, quantomeno, le note scritte sullo spartito non sono un’infinità… già è qualcosa no? Eheh.

Dunque, anche se sei ai primi mesi di piano, con il giusto impegno (senza quello non si va da nessuna parte), puoi iniziare da questo brano.

Ti consiglio con estrema certezza di iniziare da questo brano se non sai quale scegliere da questa lista. Sono sicuro che ti darà enormi soddisfazioni. Quindi puoi suonare questo brano anche se studi da 3/4 mesi. Ovviamente i risultati non saranno della qualità dei pianisti che ascolti su Youtube ma, hey, quei pianisti suonano da decenni.

Dunque non fare mai l’errore di paragonarti a loro. E come se confrontassi il mio inglese con quello di un madrelingua, eheh. Qui ho realizzato un video interpretazione su questo brano:

Consigli per Suonarlo al Meglio

Ti indico 2 difficoltà che potresti riscontrare.

  1. I Salti della Sinistra. La sinistra fa dei bei salti per l’intero brano. L’accompagnamento ha questo “pattern” che si ripete continuamente. Ossia una nota parecchio bassa e subito dopo un accordo nella parte centrale del piano. Dunque farai dei bei salti con la sinistra.

Ma data la “lentezza” del brano, avrai il tempo di farli senza impazzire. Studiali con calma e lentamente.

  1. Gli accordi complessi della sinistra. Ancora una volta, la mano sinistra ci crea qualche piccolo rallentamento. Questo dovuto ad alcuni accordi abbastanza impegnativi. Accordi anche a 4 note che superano anche l’ottava.

Come hai potuto vedere, è principalmente la mano sinistra a creare qualche difficoltà. Quindi il mio consiglio più spassionato è quello di focalizzarti su quella inizialmente.

Non provare subito ad unire le mani. Prova a studiare la mano sinistra della prima pagina fin quando non ti viene con relativa facilità. Ne beneficerai appena suonerai a mani unite, te lo garantisco.

3. Per Elisa – Beethoven

Eccoloooo! Lo so che ti aspettavi pure questo. Ebbene sì. Ma non sarò banale. Tanto che ho preparato anche una versione facilitata per chi non riesce a suonare quella originale.

Per Elisa è stata composta da Beethoven e credo sia il brano più famoso in assoluto di musica classica. Tanto che alcune persone non conoscono neanche il titolo, il compositore o il genere. Ma l’hanno solo sentita in giro.

E quando un brano diventa “questo l’ho già sentito ma non so il nome” puoi star sicuro che si tratta di un vero tormentone.

Molto si prefiggono di suonare questo brano quando si trovano ai primi mesi di studio.

Ahimè, per quanto riguarda la versione originale, non è la cosa più semplice da suonare. Ma questo non vuol dire che non puoi suonarla. Se già studi da 8/12 mesi, è fattibilissima.

Quando vedrai lo spartito potresti spaventarti per tutte le semicrome che vedi nel brano. In realtà, essendo il brano in tempo di 3/8, non deve assolutamente spaventarti. Ritmicamente non è difficile. La vera difficoltà la trovi nell’alternare la mano destra e la mano sinistra oppure negli arpeggi della mano sinistra.

Altra difficoltà potresti riscontrarla nel finale, che in pochi conoscono.

Fai una bella cosa: se studi Per Elisa, falla per intero. Distaccati dalla maggioranza che sa suonare solo la parte più famosa. Falla dalla prima all’ultima battuta.

4. Al Chiaro di Luna – Beethoven

Ecco l’apice del romanticismo. Ti basta leggere il titolo per iniziare a sognare.

Immagina di essere su un immenso prato dove ci sei solo tu sotto ad un cielo stellato ed una fantastica luna piena.

Anche questo brano ha il suo perché in termini di difficoltà. Soprattutto quando la mano destra inizia a fare sia la melodia che l’accompagnamento (sì, con una sola mano).

Dunque, se studi piano da almeno 10 mesi, puoi cimentarti in questa opera incredibile. Ma se studi da un pochino meno e ci tieni a suonarla, ho preparato per te una versione facilitata anche di questo brano.

Sì, ho lavorato settimane per questa vera e propria guida per te, eheh.

Consigli Essenziali

La prima cosa che penso dovrebbe interessarti è che questo brano ha 4 diesis in chiave.

La seconda cosa, quella più grossa, che ti dicevo prima, è che per l’intero brano (eccetto l’inizio) suonerai accompagnamento e melodia con solo la mano destra.

E la sinistra cosa fa allora? La sinistra suona dei potentissimi bassi che creano un alone di mistero.

La terza ed ultima cosa che ti consiglio è quella di conoscere benissimo la figurazione irregolare chiamata terzina. Precisamente la terzina di crome.

5. Nuvole Bianche – Einaudi

Eccoci giunti all’ultimo brano del nostro elenco. Prima però ti ricordo che se alcuni di questi spartiti sono troppo impegnativi per te è normale ed è una cosa che puoi risolvere.

Le persone che si trovavano nella tua stessa situazione hanno approfittato dei nostri libri delle raccolta Easy Piano. Ormai una realtà affermata da 5 anni che si prefigge il difficile compito di aiutare gli aspiranti pianisti ad imparare a suonare il piano. Vienici a trovare.

Chi non ama la musica di Einaudi? Semplice, ripetitiva e melodia cantabile. Fantastico per il nostro orecchio che cerca proprio questo.

Anche questo brano non è semplicissimo e anche qui ti darò una versione facilitata. Questa volta la versione sarà a pagamento. Non per un motivo che riguarda me, bensì perché è illegale regalare spartiti coperti da diritto d’autore. Come anche per River Flows in You, lo spartito è coperto, dunque a pagamento.

Ti consiglio di affrontare questo brano se studi da almeno un anno. Non tanto per la difficoltà tecnica (che in parte c’è per chi studia da un anno) ma soprattutto per la lunghezza del brano e per alcuni arpeggi della sinistra che sono una vera e propria sfida.

Finito il nostro mega elenco. Ho impiegato diverse ore per riuscire a mettere su tutto questo. Sono sicuro che ti sarà di aiuto quindi ne sono davvero felice.

Se risultano troppo difficili per te questi brani, ti consiglio di imparare a suonare con i libri dedicati al pianoforte preparati da noi della Easy Piano. Ti divertirai un mondo!

A presto!

PS: Conosci il Beyer? Sta per nascere una rivoluzione…non ti dico altro, eheh.

PPS: Hai letto “La Canzone più facile da suonare al Pianoforte”? Sono sicuro che ti piacerà!

 

Christian

Sono un pianista a tempo pieno, laureato a pieni voti all'ISSM "G.Puccini" di Gallarate. Adoro condividere le mie esperienze musicali sul web con articoli e video. Insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare questa fantastica avventura.

Back To Top