Il migliore metronomo per Pianoforte - Christian Salerno
skip to Main Content

Il migliore metronomo per Pianoforte

Il Migliore Metronomo Per Pianoforte

Il metronomo è uno strumento indispensabile per chiunque voglia approcciarsi da vicino al mondo della musica e imparare a suonare uno strumento musicale.

Perciò, se sei interessato allo studio del pianoforte, anche tu dovrai dotarti di questo piccolo ma fondamentale oggetto, che sarà un tuo prezioso alleato per avere un tempo perfetto e imparare a comprendere ciascun ritmo.

Questo attrezzo, infatti, stabilisce un ritmo standard, uguale per tutti i musicisti, e quindi rende molto più difficile sbagliare da questo punto di vista.

Ma il metronomo si rivela ancora più importante se sei all’inizio del tuo percorso e hai bisogno di familiarizzare con la teoria, abituando l’orecchio alla durata delle note che valgono un quarto, due quarti, quattro quarti, e tutte le ulteriori frazioni che incontrerai lungo il tuo percorso.

Infine, se decidi di suonare qualcosa in compagnia di altri, il metronomo è utilissimo per mettere tutti d’accordo sul tempo, in modo che la sincronia risulti perfetta e tutti seguiate lo stesso identico tempo.

Se quando ci si avvicina a un brano per la prima volta il metronomo fornisce un’idea di come dovrebbe essere in linea teorica l’esecuzione, acquisita una maggiore sicurezza ci si deve staccare da questo strumento per poter conferire espressività e carattere al pezzo, aggiungendo qualcosa di se stessi, ma prima di allora i suoi battiti necessitano di essere impiegati come riferimento affinché il cervello riesca a mandarli a memoria.

Di seguito vedremo come scegliere il migliore metronomo, in modo da poter sfruttare un buono strumento per costruire delle solide basi nella preparazione di un brano.

Tipologie di metronomo

Prima di lanciarti nella scelta del migliore metronomo, devi valutare quali sono le tue esigenze, e conoscere le diverse tipologie di strumento, che determinano le sue caratteristiche.

Esistono, infatti, tre principali categorie di metronomo, e di seguito le descriveremo in modo più approfondito. In generale, possiamo comunque affermare che tutti i tipi di metronomo possono riprodurre una grande quantità di ritmi con un’ottima accuratezza.

Il primo è il metronomo meccanico, chiamato anche analogico, quello tradizionalmente utilizzato dagli studenti dediti al pianoforte.

Offerta
Wittner 903082.0 Metronomo Metronomo Piccolo
  • Peso prodotto 200 g
  • Finitura in rosso rubino
  • Dimensioni prodotto 5 x 7 x 15 cm
  • Realizzato in materiale di ottima qualità

Fisicamente si presenta come un oggetto di forma triangolare, realizzato in legno o in plastica, al cui interno si trova un meccanismo funzionante a molla che collega un ago a un grande contrappeso in metallo.

Il funzionamento si basa proprio su questo elemento, che viene spostato in diversi punti per far partire il metronomo seguendo il ritmo che occorre.

Il range varia dai 40 battiti al minuto (quindi parliamo di un ritmo lento) a 208 battiti al minuto (ovvero un ritmo velocissimo). Oltre a essere incredibilmente precisi e costanti, questi metronomi sono molto apprezzati per essere dei lavori di artigianato di altissimo livello, eleganti da vedere e sicuramente la loro classicità esercita un fascino che non può lasciare indifferente nessun musicista.

Il secondo tipo di funzionamento è quello del metronomo elettrico, che invece del tradizionale ticchettio può generare un’ampia varietà di suoni che vengono ripetuti con costanza.

Questi dispositivi sono dotati di un display digitale, che mostra molte informazioni e anche dei segnali luminosi in caso si scelgano dei toni non udibili.

Offerta
Korg MA-2 LCD Metronomo Digitale Compatto, Nero/Rosso
  • Display più grande e facilmente leggibile
  • Incremento del volume e suono più nitido
  • Soddisfa tutte le esigenze per esercizio ritmico
  • Dotato di "Timer Mode" e "Sound Out Mode" per la pratica quotidiana
  • Design & funzioni rinnovate - Fino a 400 ore di uso continuo

Ovviamente, trattandosi di strumenti più moderni, i metronomi elettrici sono in grado di consentire molte possibilità aggiuntive, che variano in base al modello scelto e includono la tecnologia wireless per consentire ai musicisti di mantenere la giusta sincronia, fino a un sensore tattile (che si trova sui modelli più raffinati) che permette di orientarsi anche a chi non sente i battiti e non vede le luci dello schermo.

Infine, accanto a questi due gruppi più tradizionali, ne troviamo un terzo che si serve della tecnologia più moderna, ovvero il metronomo/sintonizzatore ibrido elettrico.

Questi dispositivi sono dotati di un ago virtuale, del quale il musicista si serve per accordare il proprio strumento con una nota specifica, portando i battiti a una valore più alto o più basso.

In certi casi, i metronomo ibrido è anche in grado di produrre dei toni che il musicista può usare per regolare il tono sul suo strumento. Inoltre, questa categoria di metronomi è in grado di svolgere più funzioni contemporaneamente, anche se, a fronte di ciò, naturalmente il prezzo si alza.

Come scegliere il metronomo migliore

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche che contraddistinguono le tre grandi famiglie di metronomi, possiamo chiederci quale sia il modello migliore da scegliere, dal momento che questo strumento sarà un prezioso supporto nello studio ed è importante scegliere il meglio.

Sfortunatamente la risposta a questa domanda non è semplice come potrebbe sembrare, dal momento che non può essere univoca.

Prima di tutto, infatti, occorre considerare attentamente le proprie esigenze e solo successivamente valutare diversi modelli in modo da trovare quello che maggiormente vi si abbina.

Ad esempio, se sei all’inizio del tuo percorso, ti basterà un metronomo molto basico, purché sia preciso e abbia un battito che sia chiaramente udibile.

Al contrario, se hai già esperienza nel mondo musicale, e magari suoni in una banda e stai cercando un dispositivo nuovo che sostituisca quello vecchio, ti sarà più utile un modello con sintonizzatore integrato e che funzioni anche tramite wireless. Di seguito, in ogni caso, vedremo meglio alcuni consigli per orientarsi.

Offerta
Wittner 903082.0 Metronomo Metronomo Piccolo
  • Peso prodotto 200 g
  • Finitura in rosso rubino
  • Dimensioni prodotto 5 x 7 x 15 cm
  • Realizzato in materiale di ottima qualità

Per quanto concerne i metronomi analogici, la maggior parte sono di eccellente qualità e il loro design elegante in legno o in materiale plastico di qualità custodisce un meccanismo in ottone molto sofisticato.

Essendo modelli tradizionali, le funzionalità disponibili non sono molte, ma si potrà comunque contare su una precisione che non ha nulla da invidiare alle categorie più moderne. Risulta quindi sempre un’ottima scelta.

Con i modelli elettronici, invece, la questione si complica, dal momento che sono più variegati e, di conseguenza, le caratteristiche da tenere in considerazione aumentano.

Offerta
Korg MA-2 LCD Metronomo Digitale Compatto, Nero/Rosso
  • Display più grande e facilmente leggibile
  • Incremento del volume e suono più nitido
  • Soddisfa tutte le esigenze per esercizio ritmico
  • Dotato di "Timer Mode" e "Sound Out Mode" per la pratica quotidiana
  • Design & funzioni rinnovate - Fino a 400 ore di uso continuo

Prima di tutto, verifica che lo schermo sia semplice da leggere, anche se ti trovi a una certa distanza, e che i meccanismi che ti consentono di gestire i controlli siano intuitivi e godano di una buona reattività.

Infine, non sottovalutare l’importanza del supporto, così che il metronomo possa sempre rimanere vicino a te per poterti guidare. Inoltre, sia i modelli elettronici che quelli ibridi, essendo più moderni, godono di alcune funzionalità che possono, per certi musicisti, rivelarsi particolarmente utili.

Ad esempio, riportano spesso una serie di tracce ritmiche preimpostate, all’interno delle quali si possono trovare ritmi molto semplici ma anche davvero complessi.

Alcuni modelli, inoltre, prevedono anche l’utilizzo con funzione di sintonizzatore, oppure la possibilità di registrare le proprie tracce ritmiche per mantenerle in memoria e poterle riutilizzare quando serve. Tutte queste opzioni devono essere considerate prima dell’acquisto, in modo da comprendere quali sono necessarie per il proprio studio e quali, invece, non sono indispensabili.

Ovviamente, è indispensabile che il metronomo candidato all’acquisto abbia tutte le caratteristiche tecniche necessarie a svolgere un lavoro estremamente preciso, che prosegua in modo costante e affidabile durante tutta l’esecuzione.

Tieni presente, inoltre, che mentre ti eserciti nello studio produci suoni che possono essere anche molto forti, e il metronomo deve essere in grado di sovrastarli con il suo battito, altrimenti non sarà altro che uno strumento inutile che non ti potrà aiutare.

Inoltre, come abbiamo appena detto, in caso si opti per un modello digitale, la visibilità deve essere sempre buona in qualsiasi posizione sia comoda per il musicista.

Quando ti approccerai all’acquisto del metronomo, tieni sempre presenti queste domande e cerca di scegliere un dispositivo in grado di rispondere a tutte affermativamente, ma soprattutto ricorda che la funzione principale del metronomo è il cronometraggio, ed è specialmente a questa che devi fare attenzione, in modo da scegliere un prodotto che sia in grado di contare i battiti in modo preciso per poter stabilire il tempo in modo corretto.

Il Migliore Metronomo Analogico

Tra tutti i metronomi meccanici, i migliori per qualità/prezzo sono senza alcun dubbio quelli della Wittner, una marca che produce questi strumenti dall’alba dei tempi.

Tra tutti, il migliore è quello di fascia più economica e che fa benissimo il suo lavoro, ossia il modello piccolo:

Offerta
Wittner 903082.0 Metronomo Metronomo Piccolo
  • Peso prodotto 200 g
  • Finitura in rosso rubino
  • Dimensioni prodotto 5 x 7 x 15 cm
  • Realizzato in materiale di ottima qualità

È uno strumento affidabile. Leggero (pesa appena 200 gr.), portatile e ordinabile in diversi colori. Il suono del “clap” è piuttosto rumoroso, quindi ottimo per i pianisti. A mano a mano che si scarica, il suono si fa sempre più flebile.

Per ricaricarlo ti basterà ruotare la manopola più volte ed il gioco è fatto.

Il Migliore Metronomo Digitale

Tra i tanti metronomi digitali, è bene scegliere quello che ha maggiori funzionalità, come per esempio il passaggio di battiti da un tempo semplice a uno composto.

Il migliore per qualità/prezzo è il metronomo digitale della Korg, ottima marca che produce anche tastiere di ottima finitura.

Offerta
Korg MA-2 LCD Metronomo Digitale Compatto, Nero/Rosso
  • Display più grande e facilmente leggibile
  • Incremento del volume e suono più nitido
  • Soddisfa tutte le esigenze per esercizio ritmico
  • Dotato di "Timer Mode" e "Sound Out Mode" per la pratica quotidiana
  • Design & funzioni rinnovate - Fino a 400 ore di uso continuo

Le caratteristiche di questo metronomo sono: un display chiaro e ben leggibile, possibilità di cambiare il tempo e inserire anche la scansione del tempo “terzinato” e infine (ma non per ultima), possibilità di aumentare o diminuire il volume del battito.

Il metronomo ha anche un ingresso audio per potere inserire le cuffie e ascoltarlo in cuffia senza disturbare chi ci sta intorno.

Christian

Sono un pianista a tempo pieno, laureato a pieni voti al Conservatorio "G.Puccini" di Gallarate. Adoro condividere le mie esperienze musicali sul web con articoli e video. Insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare questa fantastica avventura.

Back To Top