Come avere successo nella vita e nel Pianoforte

By Christian Salerno venerdì 4 dicembre 2015

Durante tutto il corso della tua vita vieni continuamente indotto a pensare che al successo, alla gloria, alla ricchezza e alla fama siano destinati pochi eletti. 

Nelle strutture scolastiche, nelle gare, nei conservatori, nei concorsi, all'individuo si fa costantemente capire che egli è lontano dalla perfezione, che gli altri sono migliori e più degni di lui. Chi non ci crede, ottiene successo, ricchezza, fama e gloria in abbondanza. E' tutto così semplice. Solo una cosa non è semplice: credere che ognuno di noi lo meriti e sia in grado di raggiungerlo. 

Lo standard del successo è in generale attivamente e largamente propagandato. Coloro che hanno il "potere" dall'alto, amano cercare di rappresentare i propri beniamini come dei modelli di successo a cui occorre aspirare per ottenere tutti i beni di questo mondo.

Le "Star" sono quei personaggi che ci vengono continuamente proposti ovunque: sui cartelloni pubblicitari, in tv, al cinema, allo stadio e così via. Si sottolinea quanto siano brillanti, quanto siano meravigliose e con quanto entusiasmo vengono accolte dalle persone. Ci viene costantemente insinuato un fatto insindacabile: le "star" piacciono a tutti e tutti devono aspirare a diventare come loro.

Che scopo hanno quelli "dall'alto" quando erigono i loro beniamini su si un piedistallo? Essi dimostrano le conquiste dei beniamini affinché i sostenitori siano maggiormente stimolati a servirli.

Come si trasforma in "star" una persona normale? Con il sudore della fronte! Quante volte hai sentito questa frase? "Star" diventano i migliori tra i migliori. Ognuno può diventare una stella, ma per fare ciò occorre lavorare con grande impegno. Prendete esempio da loro, fate come loro, e anche voi raggiungerete il successo. Le Star possiedono qualità e capacità uniche. Perciò bisogna lavorare con abnegazione per raggiungere il successo.

Questi sono gli slogan proclamati da chi "manovra il tutto dall'alto". Essi non negano la possibilità per il singolo di raggiungere il successo, ma nascondono scrupolosamente il fatto che tutti, senza eccezione, possiedono capacità e qualità uniche. Se ogni persona scoprisse dentro di sé le capacità uniche che possiede, per questi tizi sarebbe la morte. In questo caso i sostenitori diventerebbero delle personalità libere, fuoriuscirebbero dal loro controllo e semplicemente crollerebbe il tutto.

Molti, troppi giovani cascano in questa trappola e aspirano a somigliare ai loro idoli, li imitano, appendono in camera i poster con le loro foto. La ragione viene totalmente annebbiata e consegnata nelle mani altrui.

Imitando i loro idoli, i giovani cercano di affermare un miraggio. L'aspirazione a prendere esempio dagli altri ed assomigliare a coloro che hanno raggiunto il successo è il lavoro della propria intenzione. In questo modo però si finisce quasi sempre per essere una parodia dell'idolo stesso. La ragione è in grado di creare differenti varianti di copie, ma questo non stupisce nessuno. La Star è diventata tale grazie alla sua unicità, singolarità, non somiglianza agli altri.

Ogni persona ha il suo "settore" individuale. L'imitazione di uno scenario altrui crea sempre una parodia.

Il compito della ragione è solo uno: dimenticarsi dell'esperienza degli altri, riconoscere l'unicità di se stessi e andare avanti per la propria strada

Soprattutto gli adolescenti sono fortemente soggetti a questa azione. Il problema è che poi iniziano ad entrare nel mondo adulto e non sanno come comportarsi. Per loro è più facile, più sicuro e meno rischioso fondersi con la folla, non distinguersi e vivere come tutti. L'istinto di gruppo dà una sensazione di sicurezza, ma recide alla radice i germi dell'individualità. La gran massa dei giovani si veste in modo uguale, usa lo stesso modo di parlare ("figo", "bella zio" ...) e ha un modo di comportarsi uniforme. Loro pensano di esprimere il modernismo della nuova generazione. Ma in realtà, chi di loro crea questa novità?

Tra gli adolescenti, i leader così come i rinnegati sono coloro che hanno permesso alle qualità irripetibili del loro essere di manifestarsi. Sviluppando la loro individualità, queste persone hanno scoperto nuove prospettive e possibilità. Sono diventati creatori di nuove correnti. Chi "manovra la società" non sopporta le individualità, e non può fare altro che affermarle come nuove Stelle da mettere su di un piedistallo, esponendole al pubblico dei sostenitori semplici in qualità di nuovi oggetti di imitare.

E' chiaro che ci deve essere un modello base. Ma l'esempio deve essere come un esemplare da dimostrazione, non deve assumere i connotati di modello o oggetto da imitare. Il tuo modello sei tu stesso.

Se ispiri a diventare come il tuo idolo, non otterrai nulla. Diventa invece te stesso. Permettiti questo lusso. Se ti metti la maschera di una stella già esistente, non ne sarai che una copia o parodia. Non si diventa delle Stelle imitando gli altri. Tutti i grandi attori recitano sé stessi.

Dall'alto ci mandano continuamente messaggi che ci portano a pensare: "Una Star deve essere bella e io non lo sono, una star deve cantare, recitare, ballare bene e io non lo so fare. Una stella deve avere talento e io non ce l'ho."

Prova a guardarti attorno. Guarda le celebrità dello spettacolo, sport, business o scienza. Molti di loro non soddisfano affatto questi standard di "Star". Ogni celebrità ha un sacco di difetti che potrebbe offuscare ogni suo merito. Questa ha un naso lungo ma fa la modella. Quest'altra ha una pessima voce ma tutti ascoltano le sue canzoni. Quella non sa recitare, è stata scartata da tutti i registi ma è comunque diventata una stella su Youtube. Quello è piccolo e grasso: come mai piace così tanto alle ragazze?

La personalità brillante infrange ogni schema o stereotipo. Tutte le stelle sono dei casi eccezionali. Anche il tuo caso sarà un caso unico.

Potrai cantare con una voce ben impostata e vegetare nell'anonimato. Oppure puoi cantare con una voce terribile ma in maniera originale che manda tutti in estasi. Potrai avere voti alti in tutte le materie e non arrivare a nulla. E magari un povero studente che arriva appena alla sufficienza farà la scoperta del ventunesimo secolo.

Cerca di avere l'audacia di indirizzare la ragione verso ciò che sei. Non temere di infrangere gli stereotipi.

Cerca di non abboccare a nessuna esca. Ogni giorno c'è qualcosa o qualcuno che cercherà di trainarti verso un'altra direzione che non è la tua. Rimani fermo della tua idea e sii cosciente del fatto che tu sai quello che vuoi e che non hai tempo e voglia di servire un fine altrui.



Fonte: Reality Transurfing

Post Tags:

Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

1 commento to '' Come avere successo nella vita e nel Pianoforte "

ADD COMMENT
  1. Sì molte volte è vero seguire il proprio destino è la cosa migliore. Oddio esistono però anche miraggi difficile da raggiungere... nel mio caso non ho mai avuto un produttore alle spalle nonostante credevo e credo tuttora di avere ottime capacità di canto in tante lingue e ora con lo studio della tastiera e musicale. Ma credo ci vogliano molte spinte in questo settore anche se sei te stesso non emergi se non hai un piede in politica oppure da qualche parte. Ti sembrerà strano ma è la realtà almeno in Italia. Nel mio lavoro trovo pochissimo per quanto valgo io parlo diverse lingue e sono appassionato di storia ma chi ha il padre inserito nel proprio settore o è conosciuto in Comune fa sempre una bella figura....

    RispondiElimina