Iniziare ad Improvvisare: "Il Piano B" di Teo Ciavarella

By Christian Salerno venerdì 12 dicembre 2014

Oggi presentiamo “Il Piano B” di Teo Ciavarella, pubblicato il 2014 da Pendragon. L’autore, Teo Ciavarella, è un noto pianista, compositore e insegnante di Pianoforte Jazz presso il Conservatorio G.Frescobaldi di Ferrara. 

Il libro è una manuale di circa 80 pagine che ha la funzione di prendere l’aspirante pianista e condurlo verso un percorso fatto di improvvisazione. Improvvisare significa creare una composizione sul momento. Noi ci immaginiamo il compositore come colui che prende foglio pentagrammato e matita e che compone al pianoforte, suonando e scrivendo. 

L’improvvisatore è colui che non usa carta pentagrammata e matita ma crea ed esegue direttamente, senza mai fermarsi. L’improvvisatore, sfruttando il suo bagaglio di conoscenze, può improvvisare per ore ed ore. “Il Piano B” è quel piano di riserva che fa sempre comodo avere in ogni situazione. 

Ti sarà capitato forse di trovarti a suonare in luoghi e momenti che non avresti mai pensato e di non avere un repertorio pronto per l’occasione. Con te non hai dietro gli spartiti e la memoria non è la tua migliore amica. Come ce la caviamo? Ci vuole un Piano B!



Questo libro è in grado di offrirti l’ABC dell’improvvisazione e l’autore lo fa in modo simpatico con tanti paragoni e citazioni simpatiche che rendono la lettura piacevole e scorrevole. 

“Un amico, recatosi a casa di Rossini trovò sul leggio del suo pianoforte la partitura del Tannhauser di Wagner capovolta. Rossini spiegò di aver provato a suonarla normalmente senza riuscirci; dopo averla girata, invece, l’esecuzione era decisamente migliorata”

Aneddoti del genere accompagnano l’apertura di ogni capitolo che lo rendono interessante e mai pesante. Se dovessi paragonare questo libro ad una composizione musicale lo definirei personalmente in questo modo: “ci sono le note che dovevano esserci, né di più appesantendola, né di meno rendendola superficiale”. 

Tutti gli argomenti vengono toccati senza tralasciare nulla, e se sei una persone che ama le cose pratiche senza troppi giri di parole allora potrai trovare tutto quello di cui hai bisogno in questo testo: le settime, gli intervalli, le scale, il blues, accordi e rivolti. Le scale, pentatoniche ed esatonali vengono presentate in maniera molto suggestiva. Prima di arrivare alla scala “di Debussy”, l’autore cita Keplero che nel suo trattato “Armonia del mondo” del 1619, descrisse le leggi musicali che regolano il moto dei pianeti paragonandoli alle quattro tipologie di voci presenti in un coro. “I movimenti celesti non sono nient’altro che un canto ininterrotto per molte voci percepito non dall’orecchio, ma dalla mente, una melodia figurata che traccia i punti di riferimento nell’incommensurabile fluire del tempo”. (G.Keplero) Ecco il piano completo dell’opera:


• La partitura e la musica
• Una questione di primo piano
• Le magnifiche 7
• Il colore degli intervalli
• Fare le scale per rimanere sempre in forma
• Visitare il mondo e viaggiare nel tempo senza pagare le spese di viaggio
• Le pentatoniche, scale mobili della musica
• Una nota in più… ed ecco il Blues!
• Tanto “modi” per intendersi
• Il canto dei pianeti e un brivido al cinema con Debussy
• Non tocchiamo questo tasti, oppure sì…
• Trovare un accordo per andare d’accordo…
• Una musicista pacificamente “rivoltoso”
• La mente improvvisa improvvisamente
• Il tuo nome tra le note
• L’inizio è la metà del tutto, e la fine?


Di tutto il lavoro, ho apprezzato moltissimo come l’autore ha reso il tutto estremamente contemporaneo e popolare. Ogni spiegazione è adottata con un linguaggio semplice adatto anche ai “non addetti ai lavori”, ma soprattutto sono adornate da molti riferimenti a brani famosissimi che renderanno il tutto ancora più chiaro

È in preparazione una sezione di video allegata al libro per chi lo ha acquistato. Ordinalo qui

• Autore: Teo Ciavarella 
• Copertina flessibile: 80 pagine 
• Editore: Pendragon (8 ottobre 2014) 
• Collana: Varia 
• Lingua: Italiano 
• ISBN-10: 8865985488 
• ISBN-13: 978-8865985489


Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

No Comment to " Iniziare ad Improvvisare: "Il Piano B" di Teo Ciavarella "