Focalizzare l'obbiettivo per Raggiungerlo

By Christian Salerno lunedì 10 febbraio 2014
Ti sei mai chiesto quando arriverà quel momento in cui la tua vita cambierà totalmente ed inizierà ad assomigliare a quella cosa meravigliosa che hai sempre sognato?

Ti sei mai chiesto che cosa hai fatto TU personalmente per far sì che ciò avvenga?

Io credo che la cosa più difficile sia avere una rotta ben precisa con degli obiettivi ben specifici

Sognare di essere ricchi, potenti o dei grandi musicisti, serve a ben poco. Sono i desideri ambiti praticamente da tutti noi ma sono desideri così comuni e così poco focalizzati in noi che non sono nient'altro che fumo.

Per far sì che questi pensieri e questi sogni diventino realtà, tutto quello che dobbiamo fare è visualizzarli con estrema cura e tracciare la rotta che ci può portare ad essi col minor dispendio di tempo ed energie.

Immaginiamo che tu voglia riuscire a suonare l'Appassionata di Beethoven, ma che contemporaneamente stai leggendo tutti gli studi di Chopin, anche qualche polacca, qualche concerto di Mozart, qualche sonata di Schubert e per finire anche tutti i preludi e fuga di Bach. 

In tutto questo mare di cose perdiamo di vista il nostro vero obiettivo. E' proprio così che succede tutti i giorni nelle nostre vite. Abbiamo un sogno, ma questo sogno viene sempre ostacolato da impedimenti, rimandato per inconvenienti e così via.

Nel film "La ricerca della felicità" viene detta una frase che per me ha molto significato:

"Se tu hai un sogno lo devi proteggere."



Proteggi il sogno da chi te lo vuole portare via, da chi ti vuole far cambiare rotta, da chi ti dice che quel sogno non fa per te e da chi ti critica perché a quel sogno non ci è mai arrivato lui.

La vita ci mette continuamente alla prova ma se hai un sogno e determinazione, allora niente potrà interporsi fra te e quel sogno.

Il mio sogno è sempre stato sin da piccolo quello di diventare un compositore, scrivere musica mia e andare a proporla in tutti gli Auditorium del mondo. Ora, ad un passo dall'uscita del secondo disco che comporta molti altri progetti, sento di aver fatto un piccolo salto in avanti in direzione di quel sogno.

Non sono nato in una famiglia di musicisti, non sapevo cosa fare per diventare un pianista-compositore, a chi chiedere e da dove cominciare, ma quando c'è la passione sembra che la vita ti indichi pian piano la strada per arrivare a raggiungere il tuo sogno. Ti dà dei piccoli segnali che devi cogliere, e se li saprai cogliere al momento giusto allora sarai padrone del tuo futuro.

Avevo allora 11 anni, oggi ne ho 24, e a distanza di tutto questo tempo il mio sogno è ancora quello. Non ne cambio uno al mese come vedo purtroppo fare  spesso a molti miei coetanei. Non passo da un'università all'altra o da una facoltà all'altra perché non so ancora che cosa fare del mio futuro. Non perdo tempo in pomeriggi inutili al bar con gli amici a bere una birra o davanti alle slot machine, perché se gli amici rispettano me, allora devono rispettare anche il mio sogno, e se un giorno riuscirò a raggiungerlo, sapranno che parte del merito è anche loro.

Non mi sono mai buttato giù quando mi dicevano che non si può vivere col pianoforte in Italia.
Non mi sono mai buttato giù quando mi dicevano che dovevo iniziare a trovare un lavoro pur tentando di spiegare che è il pianoforte è la mia vita, la mia passione e che ci voglio costruire su di esso il mio lavoro.
Non mi sono mai buttato giù alle delusioni che si incontrano sul percorso, e per fortuna sono circondato da persone meravigliose che hanno accolto i miei sfoghi e che mi hanno spronato a fare sempre meglio.

Grazie a me stesso per quello che sono oggi perché ho imparato che l'umiltà è davvero il primo passo per poter arrivare ovunque, ed è sempre stato il primo insegnamento che mi hanno dato i miei genitori.

Grazie a tutti voi che mi seguite su questo Blog, su Facebook, su Youtube, e un grazie a tutte le mamme e le persone anziane che mi mandano email annunciandomi che i loro figli hanno iniziato ad avere la passione per il pianoforte grazie ai miei video oppure che a tarda età hanno avuto il coraggio di prendere in mano lo strumento. 

Grazie a Pianosolo.ituna squadra vincente che negli anni si è affiata sempre di più, che è formata da 3 fratelli ormai più che da 3 amici e che dal 2008 cerca di diffondere la cultura musicale su vasta scala. 

Ora direi che devo finire con tutti questi ringraziamenti e andare a studiare un po' di Storia della Musica. 

Un abbraccio a tutti voi e coltivate sempre i vostri sogni,


Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

1 commento to '' Focalizzare l'obbiettivo per Raggiungerlo "

ADD COMMENT
  1. E' un piacere leggerti, come sempre. Conoscendoti dai tuoi video e sentendo un pò come la pensi, mi chiedo che genere musicale comporrai. Ti dirigerai verso la musica "leggera" che incontra il grande pubblico o resterai fedele alla "classica" che ami tanto? La mia non è polemica, è solo curiosità. Io non sono "colta" ed amo molta la musica pianistica che viene definita "semplice", quella che senza tante regole ti arriva dritta al cuore, tuttavia ammiro molto anche le persone che fanno la classica, le reputo tenaci, apprezzo il loro impegno. Della classica sono in grado di apprezzare i "romantici", ma faccio fatica a capire ad esempio le opere verdiane, in quel caso invece di ascoltare mi gusto le mani del pianista che volano sulla tastiera. In bocca al lupo per tutto, anche secondo me sei lanciato sulla buona strada. Saluti. Lory

    RispondiElimina