Il mio Primo Concorso Pianistico

By Christian Salerno mercoledì 13 novembre 2013

Siamo alla sera prima del concorso. Non riesco a dormire. Sento moltissima pressione su di me. Così mi alzo dal letto, mi reco al pc e digito su Youtube "Chopin Piano Competition". Ora, il concorso che dovevo affrontare non è minimamente paragonabile allo Chopin, ma mi avrebbe rilassato vedere altri pianisti che si esibivano col cuore in gola.

Ne guardo un bel po', e vedo che sono tutti bravissimi. "Ok, forse non è stata proprio l'idea migliore di sempre, meglio che mi rimetto a letto, se ne riparla domattina".

La sveglia suona puntualissima alle 9.00 e alle 11.00 dovevo trovarmi in Conservatorio con Lorenzo, mio compagno di classe, con il quale sarei andato al concorso che iniziava alle 14.00.

Ripasso qualcosina e poi mi reco in Conservatorio. Lo trovo in biblioteca che ripassa il Mephisto Waltz di Liszt. Un brano difficilissimo che fa molta scena:



Usciamo dal Conservatorio con gli auguri dei nostri compagni e ci avviamo verso Varese. Il tragitto in macchina è piuttosto lungo, e Varese è sempre piena di traffico, ma tra una chiacchiera e l'altra ci si arriva con tranquillità.

Parcheggio l'auto nelle strisce Blu, e pago solo un'ora: "Lore poi veniamo a ripagare il parchimetro fra un'oretta, ok?" - "Si si" .... Ultime parole famose...

Entriamo nell'auditorium, con varie difficoltà burocratiche, e iniziamo a provare il pianoforte. Uno Yamaha C7 tenuto molto bene, ma con la tastiera leggermente difficile da gestire. Piano piano arrivano anche gli altri concorrenti e sento anche il commento scorbutico del bidello che arriva e dice: "Vediamo quanta gente c'è per 4 soldi??"

Saranno anche "4 soldi" i premi (insomma, al 1° classificato, la fondazione "Gianni Pozzato" ha istituito una borsa di studio di €600... buttali via!), ma non è tanto una questione di soldi, quanto quella di misurarsi con altri della propria categoria, farsi conoscere - in buona luce si spera - dai commissari della giuria, e vivere un pomeriggio totalmente dedicato al Pianoforte.

L'indisposizione di quel signore mi irrita. Solo perché gli hanno fatto fare qualche straordinario in più il pomeriggio!! Bahhh!! 

Tra una prova e l'altra si fanno circa le 14.30. Arrivano i giurati, e ci spiegano come è organizzato il concorso. In pratica è suddiviso in due categorie. Categoria a, e categoria b. Nella "a" rientrano tutti gli studenti del vecchio ordinamento entro l'ottavo anno e pre-accademici, mentre nella "b", la mia, rientrano tutti gli studenti del triennio accademico.

Il primo a suonare è proprio Lorenzo, appartenente alla categoria "a" (perché è nel tradizionale). Suona molto bene i suoi pezzi, senza indugiare. Devo dire che è stato molto difficile per me trattenere gli applausi dopo la sua esibizione. Il Mephisto ha colpito ancora.

Se lui era il prima ad aprire le danze, io ero l'ultimo. Infatti dopo essermi sorbito tutti quelli della categoria "a", arriva la mia categoria. Sono l'ultimo, e con una certa emozione salgo sul palco.

Attacco la Rapsodia Ungherese n.4 di Liszt:



La prima parte fila molto liscia nonostante avevo il cuore a mille e un leggero formicolio nelle braccia... quando sono molto teso mi succede questo!

Anche la seconda parte procede piuttosto tranquillamente. Arriva poi la parte delle Ottave finali. Un bel respiro e... si parte!

Insomma, arrivo alla fine, salvo ma non sano e... mi manca ancora lo Scherzo di Balakirev!

Lo Scherzo arriva al termine piuttosto decentemente, e così dopo la mia esecuzione, la giuria si ritira per deliberare.

Passano 10 minuti, poi 20 poi 30. Ogni volta che qualcuno apre le porte dell'auditorium ci viene un "coccolone". E poi finalmente arrivano. 

"Per la categoria "a", il primo classificato è........"


Lorenza arriva secondo, perché il primo posto gli viene "rubato" da una ragazzina molto brava, che per la sua giovane età (14 anni), suonava molto bene.

Terza classificata è Francesca, una mia amica bravissima del conservatorio di Como in cui studiavo.

"Per la categoria "b", il primo classificato è........"

Incrociavo le dita più che mai e...

"Pillon Andrea!"

E' un altro mio nuovo compagno di classe che aveva suonato divinamente un pezzo lunghissimo e difficilissimo di Liszt che mi aveva colpito per la sua incredibile bellezza. Spero davvero di studiarlo anche io perché è un pezzo che merita ma che proprio non mi ricordo come si chiama.

"Secondo Classificato..... Salerno Christian"



Un'immensa gioia nel cuore mi pervade. Non voglio più sentire nulla, voglio solo andare fuori e festeggiare! Così, io, Lorenzo e Andrea - i 3 compagni di classe - usciamo col sorriso a 32 denti per essere finiti entrambi a premi.

Queste Borse di studio che abbiamo vinto ci danno ancora maggiore carica nel cercare di fare sempre di più. 

Ah, Sabato c'è il concerto dei Vincitori (cioè quelli che sono andati a premi) del concorso sempre all'Auditorium del Civico Liceo Musicale di Varese, ore 18.00. Chi volesse venire e sentirsi un po' di buona musica! ;)

Ps. una volta arrivati alla macchina abbiamo trovato la multa perché non eravamo più tornati a pagare il parcheggio! :D


Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

1 commento to '' Il mio Primo Concorso Pianistico "

ADD COMMENT