Tags:

Una Materia da aggiungere in Conservatorio

By Christian Salerno lunedì 23 luglio 2012
Da quando hanno fatto la nuova riforma sui conservatori, sono state aggiunte parecchie materie nuove che io reputo estremamente interessanti: tecniche di consapevolezza corporea, accordatura dello strumento e molte altre, e non vedo l'ora di affrontarle tutte una volta entrato al triennio.

Tutte queste materie sono interessantissime e completano sicuramente la formazione del pianista. 

Ma c'è una materia, altrettanto fondamentale secondo me che merita di essere trattata e studiata. 

Chiunque pianista esca dal conservatorio, può scordarsi di essere chiamato da una ventina di agenzie di spettacoli e può scordarsi trovare subito una cattedra da insegnante in un conservatorio. C'è sempre una lunga coda d'attesa quasi infinita.

Nel frattempo moriamo di fame? Andiamo a fare gli spazzini? 10 anni di studi per fare lo spazzino?

Io credo che ci debba essere una materia che insegni l'artista ad autopromuoversi, perché se non lo fa lui, non lo farà nessun altro al posto suo.

L'autopromozione è una componente da non sottovalutare. Ci sono artisti che sono dei buoni comunicatori e riescono ad instaurare un buon rapporto col pubblico, e altri che sono dei pessimi comunicatori e che non studiano una "strategia" d'azione.

Un Lang lang, oltre ad essere incredibilmente agile al pianoforte, è anche un grande comunicatore, altrimenti dubito che sarebbe arrivato sino a dove si ritrova oggi.

Credo che per il successo ci voglia un 50% di talento e un 50% di pubblicità e promozione. L'artista deve sapersi vendere. Nessuno ha bisogno di te, il pianista non è indispensabile, ed è proprio per questo che è importante riuscire a vendersi.


Allevi, che viene criticato da molti pianisti, guadagna sui 35.000 euro a concerto!! Chiamalo fesso! Magari il suo talento è al 30% e la sua capacità comunicativa e di promozione è al 70%, e credo che non abbia nulla a che invidiare a chi ha talento al 70% e una capacità di promuoversi del 30%...anzi.


Purtroppo artista e promozione sono due cose indissolubili se si tratta di vivere di questa passione. Sarebbe un inutile purismo scindere le due cose, scindere l'arte e il Business. Il sogno di chiunque sarebbe quello di lavorare facendo quel che gli piace, lavorare con le proprie passioni.


Denigrare chi ha più successo di noi significa ammettere la propria inferiorità. A volte è più semplice criticare e disprezzare quella cosa per sentirci superiori, anziché riconoscere dei nostri limiti e sentirci inferiori.

Non ho mai detto che chi ha successo ha sempre più merito di chi non lo ha, anzi...credo che ci siano molti "pianisti inferiori" con doti incredibili, ma la musica appartiene al mondo dello spettacolo e nello spettacolo ci vuole carattere, carisma, bisogna trasmettere empatia, emozioni, buone o cattive che siano, bisogna piacere o essere odiati. 


Che si voglia o meno, dal momento che si sale su un palco ci si ritrova sotto gli occhi delle persone che osservano e giudicano silenziosamente ogni nostro gesto, anche il più stupido (per esempio il modo di camminare dal camerino al pianoforte), perciò è importante curare anche questi particolari, e ci dovrebbe essere una materia che insegni anche questo.

Questo è solo il mio modo di vedere.. e tu, come la pensi?

Christian Salerno



Post Tags:

Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

No Comment to " Una Materia da aggiungere in Conservatorio "