Tags:

Studiare Armonia - Esercizio #3

By Christian Salerno domenica 15 luglio 2012
Eccoci qui con un nuovo appuntamento di armonia. Oggi  parliamo di cadenze ma non iniziamo ancora ad analizzarle nello specifico

Cos'è una cadenza? La cadenza è una formula melodico-armonica che determina la conclusione momentanea o definitiva di un brano musicale, un suo periodo o una singola frase.

In pratica avremmo molte cadenze in un brano, dato che se il brano non ha una cadenza, significa che continua a stare in tensione, e noi sappiamo che la musica non è altro che l'alternarsi di momenti di tensione a quelli di distensione.  

Ho già parlato di Cadenze su Pianosolo e ti consiglio di studiarti quell'articolo per poter affrontare l'esercizio della prossima volta. Per riassumere abbiamo alcuni tipi di cadenze:

  • Cadenza perfetta (V-I)
  • Cadenza Imperfetta (V-I in primo rivolto)
  • Cadenza Sospesa (II-V)
  • Cadenza Plagale (IV-I)
  • Cadenza d'Inganno (V-VI)

Cosa sono tutti questi numeri romani? Sono gli accordi costruiti sui gradi della scala. Esempio:

Se siamo in tonalità di Do maggiore, significa che dobbiamo basarci sulla scala di Do maggiore, giusto? Le note che compongono la scala di Do maggiore sono: Do-Re-Mi-Fa-Sol-La-Si. 

La prima nota della scala (Do) si chiama primo grado (I), la seconda nota della scala (Re) si chiama secondo grado (II) e così via.

Se perciò io dico che ho costruito un accordo sul quinto grado, significa che io ho costruito un accordo sul Sol. E su Sol, nella scala di Do maggiore, viene costruito l'accordo di Sol maggiore.

Quando perciò in armonia parliamo di "V" (quinto), e siamo in tonalità di Do maggiore, intendiamo Sol maggiore, poiché intendiamo l'accordo costruito sul V° grado, ok?

Se per esempio parliamo di "I", intendiamo l'accordo costruito sulla prima nota della scala, quindi su Do. Perciò intendiamo l'accordo di Do maggiore.

Quindi, per fare un esempio, sulla cadenza perfetta (V-I) abbiamo il Quinto grado che va sul Primo, in pratica abbiamo l'accordo di Sol maggiore che va su quello di Do maggiore. Semplice no? Cadenza perfetta significa perciò una successione di due accordi specifici: Sol seguito da Do (In tonalità di Do maggiore si intende)


Il compito di oggi non sarà subito quello di andare a distinguere le cadenze, quello lo vediamo la prossima volta. Ma sarà piuttosto quello di iniziare a mettere i numeri romani al di sotto dello spartito. Ti faccio qualche esempio:


Ho preso come esempio la stessa sezione del brano che ho preso nella prima lezione. Come puoi vedere dove c'era la combinazione di note che dava l'accordo di Do ci ho messo sotto "I" (primo), mentre dove c'era la combinazione di note che dava l'accordo di Sol ho messo sotto "V"(quinto).

Spero di essermi spiegato abbastanza bene. Allora adesso ti lascio da scaricare qui di seguito dei semplici esercizi come questo qui sopra dove dovrai analizzare lo spartito e scriverci sotto ogni accordo a che grado corrisponde, utilizzando i numeri romani. 

Ci stiamo avvicinando sempre di più alla vera e propria analisi.. 

Per dubbi lascia un commento qui sotto e ti risponderò appena possibile! ;)

Christian Salerno

Post Tags:

Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

2 commenti to '' Studiare Armonia - Esercizio #3 "

ADD COMMENT
  1. Potresti mettere le soluzioni per sapere se abbiamo fatto giusto? grazie :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale, mandami una copia dell'esercizio per email che te lo rispedisco corretto ;)

    RispondiElimina