Tags:

Io Suono Allevi E Me Ne Frego...

By Christian Salerno giovedì 20 ottobre 2011
Sono anche stanco di stare sempre a difenderlo ma.. è giusto che io continui perché la gente deve capire che ognuno può suonare quelle che vuole!

Lo so bene che in conservatorio ti insegnano che non potrai avere "nessun Dio al di fuori di Chopin", però diamine...la musica va avanti, e la musica è anche quella di Allevi!

Non c'è dubbio, un brano di Allevi non ha fini didattici, non ha nulla che possa servire per lo sviluppo della tecnica (anche se in realtà alcuni brani come Back To Life contengono i passaggi di sesta per la mano destra molto utili), tuttavia contengono una cosa molto importante: l'emozione.

Io sono profondamente convinto del fatto che ciò che porta la gente a criticare Allevi siano due cose:


  • Il fatto che lui se la tira moltissimo
  • Il fatto che sono tutti molto invidiosi!
Che se la tira è un dato di fatto. In molte interviste ha fatto capire che lui è il saccente, che solo lui conosce la musica, ma soprattutto...si è inventato alcune cose assurde! Insomma, ne ha dette di palle..ma anche grosse! 

Tuttavia un conto è odiare lui come persona, ma un altro conto è invece odiare la sua musica. Io penso che bisogna sempre distinguere l'artista dalla persona. Ci sono pianisti eccezionali ma che come persone valgono zero, eppure questi vengono così osannati che il loro Ego cresce ancora di più, facendoli diventare ancora più spregevoli. 

L'artista quando scrive, compone o esegue, si distacca da tutto il resto e diventa un musicista..diventa un nostro fratello! Molti critici di Allevi, appena sentono suonare Chopin fatto da lui, subito partono prevenuti e affermano che non è capace.... io penso che se non lo sapessero che lo stesse eseguendo lui, a quest'ora starebbero già esaltando l'esecutore!

Insomma, Allevi non ha la tecnica di un Lang Lang, ma nemmeno quella di uno studente di conservatorio! Io vorrei sempre ricordare che quest'uomo si è diplomato col massimo dei voti, e sfido chiunque ad uscire dal conservatorio con voto 10!!

La gente è solo brava a criticare.. se io fossi Allevi direi: "Senti, anziché criticare, perché non scrivi un brano come i miei? Dato che sei così bravo e superiore, sicuramente saresti in grado di fare qualcosa migliore di quello che faccio io, e se così fosse...avrai più successo di me!" Semplice no?

Non si attacca Allevi come pianista, ma si attacca Allevi come pianista discreto ma che gode di molto successo e questo fa rodere il fegato a molti! Gente che fa corsi di perfezionamento, gente che si smazza 10 anno studiando 6 ore al giorno, gente che si infortuna al pianoforte, gente che subisce batoste e che viene bocciati agli esami... insomma, tutti lì dentro (al Conservatorio) soffrono, mentre c'è lui che fa lì fuori la bella vita con 4 canzoncine e fa pure i soldi!

Beh, allora se posso dire una cosa: coglioni voi!!!! 

E' scontato che se fai il conservatorio è perché vuoi intraprendere la carriera da concertista Classico, e vorrai eseguire autori classici. Dunque...che cosa te ne frega di Allevi che fa tutt'altro genere?!? Il campo della musica classica è difficilissimo. E' difficile se non impossibile farsi un nome, a meno che tu non sia nato su di uno sgabello di un pianoforte  non avessi mai smesso di suonare sino ad oggi. 

C'è poco spazio perché troverai sempre qualcuno più bravo di te, troverai sempre qualcuno che avrà più tecnica di te ed ai concorsi pianistici ti divorerà letteralmente. D'altronde ai concorsi (come agli esami) valutano principalmente l'agilità di un pianista...nient'altro! Quindi se sei agile vai avanti sennò...arrivederci e grazie!

Nella musica classica contemporanea, o come la si voglia chiamare, viene messo da parte il virtuosismo. Il target di utenza alla quale è rivolta la musica è ben differente. Se nei concerti classici siamo circondati da pianisti, professori, insegnanti di conservatorio, gente acculturata musicalmente che è in grado di apprezzare le abilità tecniche e non solo, nella musica di Allevi abbiamo un target di utenti ben differente: ragazzi, gente che a mala pena sa cos'è un pianoforte, studente ai primi anni di pianoforte e così via. 

Possiamo dire che la gente semplice ama Allevi...e sai perché? Perché non sta lì a giudicare quante note in un secondo è capace di fare Allevi in quel brano, non giudica con quale costanza si è tenuto quel trillo per 4 battute...ma è gente che vuole solo ed esclusivamente Emozioni!

Se cerchi emozioni, puoi trovarla in Mozart, Beethoven, Chopin e qualsiasi altro autore Classico, ma in Allevi (e compagnia bella) è tutto più immediato. Chi ha degli studi alle spalle può emozionarsi con Beethoven facilmente, ma chi non ha mai studiato pianoforte, troverà di più facile ascolto un Allevi piuttosto che un Beethoven!

Perciò...io suono Allevi perché mi emoziona, e sono convinto che anche molti suoi criticoni sono i primi ad acquistare i suoi album di spartiti e sono i primi ad arricchirlo ed aumentare la sua fama perché...nel bene o nel male, l'importante è che se ne parli!

Christian Salerno

Post Tags:

Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

8 commenti to '' Io Suono Allevi E Me Ne Frego... "

ADD COMMENT
  1. Hahahaha praticamente un mucchio di stro...ate!!! :D dimmi dove sta la musica bella di Allevi??? Io nn lo trovo solo poco tecnico e cose che dici tu...ma trovo la sua musica banale ripetitiva e senza una trama o qualcosa di profondo che colpisca...diciamo la parola giusta è: Superficiale!!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Beh, non credo che la musica possa essere giudicata oggettivamente. C'è a chi piace e a chi no, e a me personalmente alcuni suoi brani piacciono parecchio.

    La sua musica è anche banale ma efficace... certo, non ha la forma di una sonata. La struttura del brano è stata fatta per far sì che il brano duri 3 minuti, perfetto anche per essere mandato in radio! ;)

    Musica "superficiale" ma che vende tanto, ha avvicinato tanti al pianoforte e ha fatto pubblicità al pianoforte in maniera incredibile in questi anni!... quindi... Bravo Allevi! ;)

    RispondiElimina
  3. Per me è mera questione di gusti.A me allevi parte 1 o massimo i passaggi di 2 brani, non piace per nulla.Tempo fa senti un critico che definì la sua musica ottima per le sale d'aspetto.Io mi trovo perfettamente d'accordo con questa affermazione.Ma è un parere(neanche mio) del tutto personale.Io lo trovo ripetitivo, tedioso a volte.Ma non lo offendo solo perchè non piace a me, se ha tanto successo vuol dire che trasmette alle persone ; qualcosa che a me però non arriva. Io sono molto più sul genere Einaudi, che reputo insuperabile, imbattibile, superlativo, colui che parla con 4 note, (fa un genere diverso da allevi certo) ma einaudi lo trovo incredibile, nella sua semplicità ti fa volare, viaggiare con la mente verso mondi che non ricordavi oppure neanche conoscevi.
    (sempre parere mio personalissimo)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille per il tuo commento così Educato Francesco. Hai espresso chiaramente la tua idea senza scaraventarti su di Allevi, proprio come fanno molti... :D Grazie, un salutone!

    Christian

    RispondiElimina
  5. Sarà perchè sono agli inizi ma a me Allevi piace parecchio.

    RispondiElimina
  6. Non ti preoccupare Anonimo, anche persone che sono più avanti lo suonano comunque ;)

    RispondiElimina
  7. Sono capitata nel tuo 'mondo' e stavo dando un'occhiata in giro quando mi è andato l'occhio sul titolo di quest'intervento e non ho potuto fare a meno di leggerlo!!! Mi hai tolto le parole di bocca. Hai la mia immensa stima :)
    p.s. W Allevi :D

    RispondiElimina
  8. Grazie mille Martina per il tuo commento! :) Mi fa piacere che anche tu la pensi così! ;-)

    RispondiElimina