Prima lezione gratuita dal Maestro Lachert

By Christian Salerno giovedì 6 gennaio 2011
Proprio ieri pomeriggio arriva mio padre dal lavoro a casa con un pacco che conteneva dentro un libro. Scartandolo di tutta fretta ed eccitazione, leggo il titolo del libro "Noi, pianisti".

Sfoglio velocemente il libro e vedo che ha oltre 250 pagine :) Meglio! Così almeno questo libro mi dura di più di un paio di giorni! eheh

In ogni modo leggo la presentazione e le note sull'autore. L'autore si chiama Piotr Lachert ed è un ottimo pianista ma soprattutto ottimo insegnante (insegna da quando aveva 16 anni, prova solo ad immaginare che esperienza incredibile possa avere quest'uomo).

In ogni modo mi cimento subito nelle prime pagine. Non sono entusiasmanti...di più!! Sono pagine che mi hanno preso proprio con tutto me stesso, non sono i classici consigli per suonare meglio il pianoforte ma sono lezioni spirituali. Ora, non conosco bene la biografia dell'autore ma come minimo deve essere un grande educatore, pedagogista e maestro di vita.



Lui è uno di pochi che  dà più importanza all'aspetto interpretativo ed emotivo di un pezzo, rispetto all'aspetto puramente tecnico e meccanico. Nel suo libro parla spesso di come studiare musica sia una religione.


Suonare, ascoltare, vivere la musica è una religione. La religione intesa come una ricerca dell'obbiettivo di vita, un prezioso mezzo per conoscerci meglio. 

Sono molto profonde le parole all'interno del suo libro e ci vuole sempre una buona dose di concentrazione per affrontarlo ;)

In ogni modo in questo post volevo segnalare le lezioni scaricabili sul pc che questo Maestro mette a disposizione per gli allievi (a pagamento).Questo è il suo video dove presenta il corso (ti consiglio di dargli un'occhiata), mentre  la prima lezione è gratuita e la puoi trovare qui.

Sono un po' scettico sulla validità di questo metodo ma..magari qualcuno lo potrà trovare utile! ;)

Christian Salerno
Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

6 commenti to '' Prima lezione gratuita dal Maestro Lachert "

ADD COMMENT
  1. Ho visto il video è assolutamente un Maestro con la EMMME maiuscola!

    In pochi minuti ha espresso alcuni concetti basilari in modo semplice ma che vanno al punto soprattutto utilizzando le analogie, come l'esempio della mano riferita in prima persona come se avesse un cervello.... stupendo!
    Poi l'esempio di chi ascolta e chi suona è azzecatissimo sono differenze sottili di cui a volt enon ci rendiamo conto!
    Inoltre ha espresso un concetto importantissmo e cioè che il Piano si suona con il cervello e non con le dita, indispensabile per chi inizia e crede che bastino solo esercizi motori continui.

    Christian pure io come metodo sono scettico, però alla fine del video specifica che dopo le sue lezioni sia necessario un insegnate in carne e d'ossa, quindi penso che il suo metodo sia più che altro un introduzione alle proprie potenzialità riferite al pianoforte.

    Appena mia arriva Pianoshopia prenderò anche questo ^___^

    Anche Michelangeli diceva sempre: Essere un pianista e un musicista non è una professione. È una filosofia, uno stile di vita che non può basarsi né sulle buone intenzioni né sul talento naturale. Bisogna avere prima di tutto uno spirito di sacrificio inimmaginabile.


    Davide

    RispondiElimina
  2. Ciao Davide! Grazie per il tuo commento! Eh già, è un SIGNOR MAESTRO! Non dà nulla per scontato ed esprime i concetti in maniera chiara, semplice ma allo stesso tempo Profonda. Lo stimo veramente molto.

    Christian

    RispondiElimina
  3. Buongiorno,
    Assolutamente digiuna di musica, ho acquistato le lezioni del metodo creativo del professor Lachert: non l'avrei mai fatto se avessi scoperto prima l'esistenza di pianosolo.it
    Probabilmente questa metodologia può risultare utile a chi intende suonare a orecchio o comunque a chi non desidera instradarsi sulla via dell'apprendimento -serio- dello strumento.
    Ho trovato molto più utili le videolezioni sul Beyer di pianosolo e tutti i consigli e l'impegno profusi in quel magnifico sito mi stanno pian piano convincendo che...si può fare.
    Comunque non mi sorprende che un pianista del calibro di Christian sia attratto da un approccio nuovo, quasi spirituale, quale quello del prof. Lachert; credo che, giunti ad un certo punto, sia naturale sentire il bisogno di completarsi ampliando i propri punti di vista.
    Ma per me, ora, Lachert è insostenibile, quasi irritante.

    Laura

    RispondiElimina
  4. Gentilissima Laura, grazie mille per la tua recensione sul metodo e grazie infinite per le magnifiche parole che mi hai riservato, ma non me le merito affatto!

    Ti ringrazio di cuore per ritenere le nostre lezioni così importanti!

    A presto :)

    RispondiElimina
  5. secondo me Laura non capisce nulla, il metodo di Lachert e' un metodo di improvvisazione unico, andate a guardare la collezione di composizioni di Lachert e le sue incredibili improvvisazioni su youtube. Insostenibile e irritante? Povero Lachert, ce ne sono di persone che non si sopportano neppure da soli ah ah

    RispondiElimina
  6. ehehe il fatto stesso che "divida" in questo modo "sostenitori" e "detrattori" significa che sia un pò speciale, io personalmente ho acquistato il pacchetto di lezioni nel lontano oramai 2012 ma non le ho mai sfruttate per problemi vari, ora che ho ripreso a pieno ritmo (ed anche più seriamente) lo studio del pianoforte, stoi cercando di riprendere a seguire le lezioni, ma sul sito non ci sono + (tranne che a pagamento), gli ho scritto per vedere se posso accedervi di nuovo (non dovrebbero scadere comunque). vi faccio sapere (spero a breve). Nel frattempo un grazie a Christian per avermelo fatto scoprire.

    Ciao Massimo

    RispondiElimina