Come Insegnare il Pianoforte ai Bambini

By Christian Salerno martedì 2 novembre 2010
Ecco in questo posto, una domanda molto frequente che mi viene fatta. Per questo motivo ho deciso di rispondere pubblicamente...


Ciao Christian,
> mi chiamo Pietro Costantini, ho 25 anni e sono di Teramo.
> Sono incappato casualmente sul tuo sito e l'ho trovato molto
> interessante!
> E tu molto esperto...
> io suono da diversi anni ma non ho mai dato lezioni private di
> piano...ora mi si è presentata qualche richiesta per bambini!
> Io ho studiato al conservatorio, quindi sai bene quali sono i metodi e
> come sono "pesanti" per i bambini.
> Leggendo sul tuo sito mi pare di aver capito che tu come metodologia
> preferisci quella del Bastien...
> allora ti chiedo: quale metodo TU segui personalmente nelle lezioni
> che dai ai bambini?
> Insomma, quando un bimbo viene da te per la prima volta senza aver mai
> toccato pianoforte, quale metodo gli fai fare?
> Attendo risposta!
>
> Ti ringrazio in anticipo,
> Pietro.



Caro Pietro, innanzi tutto grazie per i complimenti.

Per i bambini utilizzo diversi metodi..diciamo che li sto ancora testando tutti per vedere quale sia il migliore, col prossimo bambino utilizzerò il libro "La piccola Biblioteca"..vedremo come andrà!
Comunque sì, in linea di massima utilizzo il Bastien. Come dici tu, in conservatorio i metodi sono pesanti e NON vanno assolutamente bene per i bambini.
Nella prima lezione che farai, ti consiglio spassionatamente di non partire con la teoria, ma solo di pratica!

Fai lezioni da mezz'ora, massimo 45 min. coi bambini, anche perchè al di là di quella soglia di minuti, la concentrazione cala a livelli disastrosi. Perciò, data la mia piccola esperienza in questo campo, ti posso dire quello che faccio io:

Faccio prima parlare al bambino di lui..cosa conosce di musica, cosa sta facendo a scuola ecc.. poi gli incomincio a far capire attraverso molti esempi la differenza fra un suono acuto e un suono grave, poi inizio a fargli toccare la tastiera a suo piacimento e dopo un po' cerco di fargli capire la differenza fra suono "piano" e suono "forte", il tutto però non deve essere fatto con un ascolto passivo, ma con uno attivo, perciò usa tattiche come: "Adesso, voglio vedere quanto sei bravo, ti chiederò di suonarmi il suono nelle diverse intensità e tu mi dovrai far sentire come sono queste" (ovviamente prima gli spieghi bene il concetto di intensità).

Così ti metti a dovuta distanza e a poco a poco gli chiedi di farti sentire un suono piano, mezzopiano, forte, fortissimo.  Sempre sullo stesso argomento, puoi fargli fare un esercizio molto utile, da fare con la voce.

Lo fai rilassare completamente, in piedi, e con gli occhi chiusi. Deve dire, tenendo un certo ritmo, i numeri dall'1, al 20 con intensità crescente.

Direi quindi che la prima lezione può fermarsi sul concetto di acuto, grave e  di piano e forte. Ovviamente questo concetto cerca di estenderlo più che puoi con moltissimi esempi ma soprattutto con moltissimi disegni! Per esempio, disegna una aereo che decolla per mostrare l'esempio di un suono grave, e disegna una gallina che canta per mostrare l'esempio del suono acuto. Infine, faglieli colorare. Devi giocare molto sui disegni e sulle immagini che rimangono molto impresse ai bambini.

Nelle sezioni successive fagli sempre prendere confidenza col pianoforte, attraverso i glissando e i cluster..solo intorno alla terza o quarta lezioni puoi iniziare a parlare di impostazione della mano. Se inizi a farlo da subito NON OTTERRAI la fiducia da parte del bambino, e così non crederà alle tue parole. Inoltre, se gli parli di impostazione della mano sulle 5 note, e lui non ha ancora avuto modo di esplorare bene la tastiera, le tue parole entreranno da un orecchio ed usciranno dall' altro per il fatto che lui non ti ascolta perchè sta fremendo per toccare tutti gli altri tasti ;)

Scusami l'italiano ma ho scritto in maniera molto veloce e senza rileggere. Spero di poterti essere stato d'aiuto,

Christian
Christian Salerno

Mi chiamo Christian Salerno. Sono un pianista a tempo pieno. Adoro condividere le mie esperienze musicali scrivendo articoli sul web. Sono Laureato in Pianoforte al conservatorio G.Puccini di Gallarate e insegno pianoforte a coloro che intendono cominciare quest'avventura.

No Comment to " Come Insegnare il Pianoforte ai Bambini "